Scoprire Copenaghen di notte, con un itinerario a piedi, alla scoperta di 3 straordinarie strutture design da non perdere!

Copenaghen è la città famosa per le soluzioni urbane sostenibili in cui architettura e cultura rispondono alle sfide dei nostri giorni specialmente nel campo della sostenibilità.

Eletta Capitale Mondiale dell’Architettura 2023 la città si gira piacevolmente a piedi scoprendo così edifici e splendidi ponti dal design avveniristico che di notte hanno ancora più fascino!

Scoprire Copenaghen di notte, nel freddo dell’inverno del nord, è stupendo.
Perché le luci sono uniche, il silenzio ovattato rende tutto più intenso e perché la notte ha, da sempre e qui soprattutto, un fascino particolare.
Certo in inverno, quando il sole tramonta alle 15.45 e le temperature scendono, bisogna essere un minimo attrezzati con abbigliamento termico e scarponi caldi.

Sono da sempre innamorata dell’architettura e della vista di grandi edifici design, quindi ho pensato ad un percorso fuori dalle rotte del turismo di massa alla scoperta di 3 strutture da non perdere in città.

Scoprire Copenaghen di notte
Kristallen

Partendo da Rådhusplads, la piazza del Municipio di Copenaghen, con una passeggiata di 12 minuti si raggiunge Kristallen, The Crystal.
Splendido edificio progettato dallo studio Schmidt Hammer Lassen prende il nome dalla sua forma, leggera e cristallina, che poggia su un solo punto e una sola linea.
Scoprire Copenaghen di notte Kristallen The Crystal Different Details
Alto 6 piani è alto 34 metri nel punto più alto e 31 metri in quello più basso.
E’ stato progettato con un’attenzione specifica all’energia, all’acqua, alla ventilazione, alla luce naturale e al rumore.
Imponente e bellissimo, da una grande idea di leggerezza di giorno quando riflette il cielo e le nubi, mentre di sera si staglia luminoso come una grande stella.
The Cristal è anche un esempio di sostenibilità.
L’edificio ha un basso consumo energetico.
Pannelli solari sul tetto e la spessa facciata in vetro garantiscono energia dal sole e isolamento termico.
Ci credi che c’è anche un sistema per raccogliere ed utilizzare l’acqua piovana?
Un sofisticato sistema di raccolta convoglia l’acqua piovana e rende possibile utilizzarla per i servizi igienici, mentre l’acqua del porto davanti all’edificio viene utilizzata per il raffreddamento durante i mesi estivi.
Kristallen è la sede di Nykredit azienda leader di servizi finanziari, quindi si può visitare solo dall’esterno e vale davvero la pena.

Kristallen (The Crystal)
Kalvebod Brygge 1,
1560 København, Danimarca

Il ponte di Lille Langebro

Lasciati alle spalle Kristallen, affacciati al canale davanti e guarda verso sinistra.
Quasi invisibile di giorno, linea luminosa d’argento e rosso, vedrai il ponte di Lille Langebro.

Immagina un ponte leggero, in prospettiva quasi trasparente, pensato esclusivamente per pedoni e biciclette.
Una meraviglia che poteva essere progettata e costruita solo a Copenaghen, città a misura di bicicletta.

Scoprire Copenaghen di notte Lille Langebro Different Details

Il ponte di Lille Langebro è stato realizzato dallo studio di architettura internazionale WilkinsonEyre, 160 metri di lunghezza che attraversa il porto interno di Copenaghen, pensato come una linea chiara e sottile che gioca con la luce e le ombre.

Il ponte si apre per consentire il passaggio di grandi imbarcazioni, ed è incredibile la leggerezza del movimento frutto di un’avveniristico sistema di componenti meccanici e idraulici.

Lille Langebro
København, Danimarca

The Circle Bridge

Attraversa il Lille Langebro e segui il Københavns Havn, si chiama così il canale che attraversa la città, verso sinistra. In 3 minuti troverai Cirkelbroen, the Circle Bridge.

The Circle Bridge Copenaghen Different Details

Cirkelbroen celebra i pedoni.
Riflette la vita quotidiana e l’intimità che si trova intorno al canale nel quartiere di Christianshavn, le sue case galleggianti e le barche a vela, la vita unica sui bastioni.
Un tempo il porto di Copenaghen era un centro di attività marittima e Cirkelbroen è una testimonianza di quella storia.

Progettato da Olafur Eliasson, artista di origini islandesi il ponte richiama l’idea delle barche da pesca che egli vedeva da bambino in Islanda. Nel porto, le barche erano spesso ormeggiate l’una accanto all’altra e a volte sembrava che si potesse attraversare il porto semplicemente camminando da una barca all’altra.

5 piattaforme circolari che si intersecano una con l’altra e sembrano invitare alla lentezza, a rallentare, a fare una pausa. E cogliere l’occasione, durante il giorno, di ammirare il Diamante Nero, la Biblioteca reale, affacciata sul lato opposto del canale e interamente realizzata in vetrate nere.

Di notte invece, con i grandi cerchi d’argento e la balaustra rossa, il ponte è una vera bellezza e l’atmosfera irreale.
Se arriverai al ponte dopo le 21.00 quasi certamente lo troverai vuoto, perfetto per fotografarlo in tutta la sua bellezza.

Cirkelbroen
København K, Danimarca

Spero che questo articolo ti sia piaciuto, viaggio spesso alla ricerca di posti particolari, fuori dalle rotte del turismo di massa.
Li chiamo #posticini, difficilmente li troverai nelle guide principali e sono uno dei motivi per cui adoro viaggiare.
Magari avrai voglia di seguire questo itinerario nel tuo prossimo viaggio a Copenaghen.

(Visited 167 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *