Cosa sarebbe un viaggio senza scoprire nuovi ristoranti, provare la cucina del post e godersi nuove specialità?

Per me che vengo da una terra dove si mangia super bene, con locali belli e innovativi, Torino poteva essere anche una mezza delusione, dal punto di vista culinario e della ricerca di locali interessanti.

Invece ha saputo stupirmi. I locali più belli sono storici, ricchi di dettagli e super curati, e la cucina ottima.
E si trovano anche nelle zone centrali che in tante città sono invece un pò invase da catene food americane.

La cosa che più mi ha colpito è che in molti casi ristoranti e bar più particolari, anche se aperti da poco, rispettano la struttura storica, i pavimenti e gli alti soffitti degli edifici, li restaurano e li arredano lasciando intatta la storia dello spazio.
Spesso c’è una vetrina ma nessuna insegna, niente che indica all’esterno, in maniera invasiva, il nome del locale.
Devi proprio affacciarti all’ingresso oppure fare un paio di passi all’interno, diversamente rischi di non farci caso e perderti posti meravigliosi!

Qui trovi 5 posti dove mangiare a Torino che ho provato personalmente + 1, in cui ho solo messo il naso e posso garantire che gli aromi erano stupendi.

Colazione, pranzo, merenda e cena, dove mangiare a Torino con #differentdetails, la mia piccola guida!!!

Orso Laboratorio Caffè

Il paradiso per chi ama svegliarsi la mattina con un buon caffè!
Entrando da Orso Laboratorio Caffè si inizia un viaggio bellissimo, intorno al mondo, assaggiando i caffè pregiati di Tanzania, Equador, Etiopia e molti altri. E sono diverse anche le modalità di estrazione con cui il caffè può essere preparato.

 

Dove mangiare a Torino colazione orso torrefazione caffè

Appena seduta in questi piccoli tavolini, guardando il pavimento e respirando la storia di questi muri, mi sono sentita nel paradiso dei viaggiatori, grazie alla grande mappa che indica i posti del mondo in cui si coltiva il caffè.
Deliziose le brioches, ti consiglio di provare il cappuccino (i ragazzi ti consiglieranno con che tipo di caffè, a seconda dei tuoi gusti) e, una volta finito, leggi il numero in fondo alla tazza e scopri il messaggio per te!!

 

Dove mangiare a torino colazione brioches cappuccino

Per chi non ama il caffè, può provare il caffè d’orzo filtrato.
Talmente buono che ogni mattina Lorenzo mi ha portato qui a fare colazione!!!

Girando a piedi per la città, in pieno centro, ho scelto di pranzare in un posto in cui tradizione e innovazione si sposano perfettamente.

Pastificio DeFilippis

Fondato nel 1872 dal Cuoco di Casa Savoia Domenico Toso, nel 1939 acquistato dalla famiglia DeFilippis in questo storico pastificio le pastaie producono, ancora oggi internamente, tanti tipi di pasta all’uovo diversi che già intorno alle 11.30 sono andati esauriti.
Vi consiglio di portare a casa il “Raviolo della gran tradizione” con un ripieno preparato con i tre arrosti di fassone piemontese, coniglio e maiale.

 

Dove mangiare a Torino pasta fresca pastificio defilippis

Dal 2008 il pastificio è stato rinnovato e trasformato anche in gastronomia e ristorante.
Si mangia a pranzo e cena nelle saletta dietro e al secondo piano, oppure nel grande tavolo conviviale o nei tavolini all’aperto con la bella stagione.
Ho assaggiato le delicatissime spaccatelle con porri, pancetta, chicci d’uva e pecorino, i gnocchi con il ragù che sono davvero speciali e i tradizionali agnolotti classici al sugo d’arrosto

Anche i dolci sono favolosi, imperdibile il tiramisù che lascia estasiati, persi nei sapori fra cacao, uova e caffè.

Bistrot Torrefazione Samambaia

Ragazzi questo è un vero posto da Different Details!!!
Una gioia per gli occhi e per il palato a tutte le ore del giorno!!!

Dove mangiare a torino frittelle di mele bistrot samambaia

Dalla colazione con una favolosa proposta di brioches e dolci con il caffè preparato con ottime miscele selezionate, al pranzo sfizioso con piatti deliziosi alla merenda con le torte e soprattutto le frittelle di mele che escono dalla cucina alle 10.30 e vengono preparate per tutta la giornata.

Qui si respira storia e delizia in ogni angolo, parete, tavolino.
Nato nel 1910 come torrefazione, dopo diversi passaggi di gestione si arriva alla attuale gestione come Bistrot.
Famoso per il caffè che viene ancora miscelato e tostato qui, le torte e i prodotti caratteristici piemontesi come i cioccolatini del Bistrot e i Krumiri di Casale Monferrato, il vero must sono le frittelle di mele.

Quelle che una volta che le hai assaggiate hai voglia di portarle a casa o di attraversare tutta la città per tornare a mangiarle (chiedere a Gabro e Lorenzo i chilometri che gli ho fatto fare per tornare qui, mangiarle e comprarne un bel pacchetto che non è nemmeno arrivato a casa, tanto erano gustose)

Per cena siamo sempre rimasti nel nostro pittoresco quartiere di San Salvario e non volendo provare solo piatti della tradizione torinese, una sera ci siamo spostati verso Napoli mangiando una pizza favolosa da Parthenope.

Eravamo super affamati e la luce non era delle migliori quindi non ho foto della pizza ma vi garantisco che è la pizza tradizionale napoletana ed è uno dei posti più amati dai torinesi!

L’Idrovolante

Passeggiando lungo il fiume nel magnifico Parco del Valentino mi sono fermata in questo ristorante estasiata dalla posizione e dalla vista.
La giornata era meravigliosa e mangiare qui, sul fiume, con le papere, i pesci e un sole stupendo è stato veramente un regalo immenso!

dove mangiare a torino pesce parco del valentino

Dove mangiare a torino ristorante parco del valentino idorvolante

 

La cucina è gradevole, il menù interessante con piatti della tradizione, buone le paste fresche favolosi i dolci.
Onestamente i prezzi sono un pò sopra la media ma certamente si paga la posizione che, ve lo posso garantire, vale davvero la pena. La posizione poi è comoda per visitare l’antico Borgo Medioevale che si trova proprio davanti all’ingresso.

 

Arrivati alla fine di questo percorso fra i posti dove mangiare a Torino, vi segnalo il mio +1.
Eravamo in centro e ci sarebbe piaciuto pranzare da Manzò un ristorante davvero particolare. L’ingresso è minuscolo e vi accoglie il banco della carne perché qui si sceglie la carne dalla vetrina che si può comprare e portare a casa e, ovviamente, farsela cucinare secondo le proposte del menù.

Il ristorante era pienissimo, vi consiglio quindi di prenotare anche per pranzo, altrimenti farete la mia fine….triste dentro al ristorante respirando profumi e aromi deliziosi!!!

Spero che leggermi sia stato un viaggio stuzzicante, se questo articolo ti è piaciuto, lasciamo il tuo commento!!!

(Visited 74 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *